FOXCONN ELA Digital Life - Layout

Indice articoli

Questo è senza alcun dubbio l’elemento più rivoluzionario della Foxconn ELA. Completamente differente dalle concorrenti, il layout della Foxconn ELA si presenta come particolarmente innovativo.

 

{timg title:="Foxconn ELA Digital Life - Layout" thumb:="images/stories/ELA/layout_t.jpg" img:="images/stories/ELA/layout.jpg"}

 

Il primo elemento che si contraddistingue dalle altre mainboard P45 è la posizione del socket, girato di 90° in senso antiorario. Probabilmente la decisione di Foxconn di adottare un socket “capovolto” ha come scopo quello di favorire l’Overclock (non a caso l’alimentazione del processore è affidata ad un sistema digitale a 8 fasi!).

 

{timg title:="Foxconn ELA Digital Life - Layout" thumb:="images/stories/ELA/alimentazione_t.jpg" img:="images/stories/ELA/alimentazione.jpg"}

 

Altro importante cambiamento consiste nella posizione del NB, molto più alta della media. In pratica il NB è allo stesso livello del socket in linea con gli slot delle RAM.

 

{timg title:="Foxconn ELA Digital Life - Layout" thumb:="images/stories/ELA/nb_t.jpg" img:="images/stories/ELA/nb.jpg"}

 

Non è tutto: anche i mosfet sono tutti alloggiati nella parte superiore della mainboard, lasciando così libera la parte della pastra immediatamente a sinistra del socket.

 

A questo punto conviene fermarci e riflettere sui vantaggi portati dalle innovazioni del layout che abbiamo osservato fino ad ora. In primo luogo la vicinanza tra NB e Mosfet ha permesso a Foxconn di montare un sistema di cooling FAN-Less basato su un singolo heatpipe molto corto che trasporta il calore in eccesso dal dissipatore sul NB a quello dei mosfet posizionato più in alto. Essendo corto, l’heatpipe non crea colli di bottiglia e svolge un perfetto lavoro di “trasportatore di calore” senza essere mai sovraccaricato.  Oltretutto il dissipatore dei mosfet, trovando alloggio nella parte più superiore della piastra, evita che il calore dissipato ristagni sulla scheda, favorendo il suo fluire verso l’alto (la fisica afferma che l’aria calda tende a muoversi verso l’alto, in questa maniera avendo un dissipatore nella parte più alta della piastra il calore esce direttamente dal case, senza ristagnare sulla scheda madre).

 

Altrettanto innovative sono le posizioni che trovano sulla piastra il connettore ad 8 pin per l’alimentazione della CPU e la batteria della CMOS. Questi alloggiamenti sono a nostro avviso “un’ottima pensata” in quanto favoriscono l’agire dell’utente a bordo-scheda, facilitando notevolmente il lavoro di sostituzione della batteria tampone o il collegamento del cavo a 8 pin. Ne scaturisce inoltre che non saranno presenti cavi di alimentazione “pericolosi” per la ventola della cpu, evitando fastidiosi problemi dovuti all’ingombro di cavi dell’area del processore, che potrebbero intralciare la normale rotazione della ventola.

 

{timg title:="Foxconn ELA Digital Life - Layout" thumb:="images/stories/ELA/cf_t.jpg" img:="images/stories/ELA/cf.jpg"} {timg title:="Foxconn ELA Digital Life - Layout" thumb:="images/stories/ELA/sb_t.jpg" img:="images/stories/ELA/sb.jpg"}

 

Il chip per il controllo dell’Hybrid CrossFire è posto a metà tra i primi due slot PCI-Ex ed è raffreddato grazie ad un dissipatore molto basso (per non intralciare i dissipatori delle schede video), così come accade per il SB.

{timg title:="Foxconn ELA Digital Life - Layout" thumb:="images/stories/ELA/post_t.jpg" img:="images/stories/ELA/post.jpg"}

In fondo alla scheda infine sono posizionati i comodissimi pulsanti per Power On – Reset – Reset Cmos accompagnati dai led di post. Bisogna dire che il Reset-Cmos di questa mainboard funziona veramente bene: alcune altre mainboard hanno problemi ad effettuare il reset del bios direttamente da quel pulsante. Invece con la Foxconn ELA questo passaggio è semplice ed immediato.